Le nuove regole Covid nel Lazio dal 1° aprile per quarantena, green pass e mascherine!

Aggiornamento: 4 apr



Hai rimandato il tuo tour europeo a causa delle restrizioni Covid? Potresti essere fortunato. Dal 1° Aprile l'Italia non sarà più in stato di emergenza. Ciò significa che le restrizioni di viaggio e le normative interne saranno allentate. Ecco cosa il Governo Italiano ha annunciato lo scorso 17 marzo in merito al Covid-19.


Mascherine

Fino al 30 aprile, le mascherine FFP2 saranno obbligatorie nei luoghi al chiuso, inclusi trasporti pubblici, cinema, teatri, ed altri luoghi di ritrovo pubblico. Sul posto di lavoro, invece, sarà sufficiente indossare un dispositivo di protezione delle vie aeree (mascherine chirurgiche, maschere di stoffa, ecc).


Fine del sistema delle zone colorate

Il sistema italiano prevedeva 4 livelli di stato di emergenza per le diverse regioni del Paese, al quale erano associate specifiche restrizioni che variavano in base al colore. I livelli andavano dal bianco (meno restrizioni) al rosso (blocco regionale). Dal 1° aprile questo sistema non esisterà più.



Capacità degli impianti sportivi

Dal 1° aprile ritorno al 100% della capacità per gli impianti sportivi all'aperto e al chiuso.


Linee guida e protocolli

Verranno adottate nuove linee guida e protocolli nell'ordinanza del Ministro della Salute.


Il 1° aprile lo Stato di Emergenza per il Covid terminerà.

Il graduale ritorno alla normalità prevede alcuni passaggi:

  • Fine del sistema delle zone colorate

  • Graduale eliminazione del Green Pass in alcuni luoghi pubblici

  • Eliminazione della quarantena preventiva


Accesso al posto di lavoro

Dal 1° aprile, chiunque (compresi i cittadini di età superiore ai 50 anni) potranno accedere al posto di lavoro con il Green Pass base, il cui obbligo sarà revocato dal 1° maggio.


Fino al 31 dicembre 2022 il mandato vaccinale resterà in vigore per gli operatori sanitari e il personale degli ospedali e delle case di cura. Questo mandato è esteso ai visitatori delle case di cura, degli hospice e dei reparti di degenza degli ospedali (2G plus).


Protocollo per le scuole

Il decreto delinea nuove misure per la gestione dei casi positivi:


Scuola dell'infanzia - Servizi educativi dell'infanzia

In presenza di almeno 4 casi positivi tra studenti della stessa sezione o gruppo di una classe, l'attività didattica proseguirà in presenza. Insegnanti, istruttori e bambini di età superiore ai 6 anni devono utilizzare le mascherine FFP2 per 10 giorni dopo l'ultimo contatto con una persona positiva al Covid.


Se si verifica l'insorgenza dei sintomi e la persona è ancora sintomatica, il quinto giorno successivo all'ultimo contatto deve effettuare un test antigenico rapido, molecolare o auto-somministrato. In quest'ultimo caso, il risultato negativo del test dovrà essere autocertificato dal paziente stesso.


Scuola primaria, scuola secondaria di primo grado, scuola secondaria di secondo grado ed istituti per l'istruzione e la formazione professionale

In presenza di almeno 4 casi positivi tra studenti della stessa sezione o gruppo di una classe, l'attività didattica proseguirà in presenza. Insegnanti, istruttori e bambini di età superiore ai 6 anni devono utilizzare le mascherine FFP2 per 10 giorni dopo l'ultimo contatto con una persona positiva al Covid.


Se si verifica l'insorgenza dei sintomi e la persona è ancora sintomatica, il quinto giorno successivo all'ultimo contatto deve effettuare un test antigenico rapido, molecolare o auto-somministrato. In quest'ultimo caso, il risultato negativo del test dovrà essere autocertificato dal paziente stesso.


Auto Isolamento

Gli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie superiori e gli studenti degli istituti per l'istruzione e la formazione professionale in isolamento a causa del Covid-19 possono continuare a seguire i corsi attraverso la didattica a distanza integrata. La richiesta per la DAD dovrà essere effettuata con uno specifico certificato medico che attesti le condizioni di salute dello studente. La riammissione alla classe è consentita solo dopo il completamento di un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo.


Personale Covid-19

Il personale per l'emergenza viene prorogato fino al termine delle lezioni e comunque non oltre il 15 giugno 2022. Per la proroga sono disponibili ulteriori 204 milioni oltre le somme già stanziate.


Pronto Soccorso

Il decreto stabilisce inoltre:

  • Capo della Protezione Civile: cessasione dei poteri emergenziali e attribuzione di poteri per gestire il rientro alla normalità

  • Commissario straordinario per l'attuazione ed il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica COVID-19: è istituita un'Unità per il completamento della campagna vaccinale e per l'adozione di altre misure di contrasto alla pandemia, che si coordinerà con il Ministero della Salute. Dal 1° gennaio 2023 il Ministero della Salute subentra nelle funzioni.

8 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti